Regolamento di Gestione

Art. 1 Nel tratto della ZRS Tail Water Tevere l’attività di pesca può essere esercitata esclusivamente dai pescatori muniti di licenza ed in possesso di un apposito “permesso giornaliero” di accesso del valore massimo di € 30,00 rilasciato dai soggetti affidatari della gestione, che dovrà  essere esibito al personale di vigilanza unitamente alla licenza di pesca stessa ed un documento di identità. L’accesso è gratuito per i minori di 16 anni, che dovranno essere accompagnati da un maggiorenne, responsabile del comportamento negli atti di pesca, pur restando l’obbligo di ritirare un apposito permesso ai fini della determinazione del numero massimo di frequentatori giornalieri. L’accesso è gratuito per i minori di anni 16 partecipanti ad iniziative didattiche o promozionali, fermo restando l’obbligo della licenza di pesca se dovuta. L’acquisizione del permesso/tesserino di accesso determina l’accettazione del presente Disciplinare da parte del pescatore.

Art. 2 La pesca può essere esercitata dagli autorizzati esclusivamente con la mosca artificiale, galleggiante o sommersa con amo privo di ardiglione o con ardiglione schiacciato, lanciata con la coda di topo. L’autorizzazione è costituita da un permesso giornaliero predisposto dall’Organismo di Gestione conformemente a quanto stabilito dalla Regione Toscana e la stessa dovrà essere esibita, su richiesta, a tutto il personale che svolge funzioni di vigilanza nel rispetto della norma vigente.

Art. 3 L’Organismo di Gestione dovrà predisporre il “Piano di Gestione annuale”, sottoposto all’approvazione dell’Amministrazione Regionale, nel quale saranno indicati i tempi annuali e giornalieri di pesca, le specie oggetto di pesca, l’attività di vigilanza e quanto altro, compresi i ripopolamenti, si rende necessario alla corretta gestione della zona.

Art. 4 È fatto divieto di utilizzare esche diverse da quelle indicate all’art. 3 ed è consentito l’utilizzo di un solo artificiale.

Art. 5 Al fine di salvaguardare l’ecosistema fluviale, è vietato inoltrarsi nell’acqua, in esercizio di pesca, dove la profondità superi ml. 1,00.

Art. 6 È fatto divieto di trattenere il pescato. Il pescatore ha l’obbligo di reimmettere in acqua il pesce immediatamente dopo la cattura. La slamatura deve essere effettuata con mano bagnata.

Art. 7 Non è ammesso portare al seguito durante l’esercizio di pesca, pesci catturati in altro luogo, nonché esche e o attrezzature non consentite dal presente regolamento.

Art. 8 L’acquisizione del permesso di pesca, determina l’accettazione del presente regolamento. I permessi, alla fine della giornata di pesca, dovranno essere restituiti, compilati in ogni loro parte, depositandoli negli appositi contenitori.

Art. 9 Le infrazioni al presente regolamento sono sanzionate ai sensi della L.R. n. 7/2005. La gestione si riserva inoltre la facoltà di agire per danni nei confronti di attività illecite svolte nei confronti del patrimonio ittico presente e dei fruitori dell’area.

Art. 10 Il pescatore che esercita la pesca nella ZRS – Tail Water Tevere esonera la gestione da qualsiasi responsabilità per danni o sinistri che dovessero verificarsi nell’esercizio dell’attività.

Art. 11 La convenzione fra l’Amministrazione Regionale e il soggetto o i soggetti gestori, è rinnovabile è può essere rescissa anche prima della sua naturale scadenza.