Giornata dello sport a Sansepolcro

In occasione della “Giornata dello Sport” dedicata alle associazioni sportive presenti nel comune, il Mosca Club Altotevere ha partecipato con uno stand molto visitato che ha suscitato grande interesse sia verso il pubblico locale che nei confronti dei tanti stranieri in visita alla città. Ma la soddisfazione maggiore è stata quella di aver ricevuto la visita di tanti ragazzi e ragazze under 16 che hanno voluto informazioni sulle tecniche di pesca e sulle modalità di avvicinamento al nostro mondo.

Nello stand hanno fatto bella mostra di sé le bacheche con le mosche che hanno negli anni partecipato al concorso internazionale di costruzione “WTO” da noi organizzato.

 

Centro Estivo Maestre Pie in TWT

Tappa davvero stimolante per il Mosca Club Altotevere che ha ospitato i ragazzi del Centro Estivo Maestre Pie in una bella mattina d’estate.

I Ragazzi accompagnati dai nostri “guardiani del fiume” hanno preso contatto con le creature che abitano il Tevere sopra e sotto la superficie dell’acqua.

La giornata ha poi avuto un seguito molto apprezzato. I ragazzi hanno immortalato questa esperienza ognuno con un disegno che vogliamo farvi vedere a dimostrazione di quanto il mondo della pesca a mosca sia capace di suscitare emozioni e vibrazioni positive.

Grazie ragazzi! Appuntamento al prossimo campo estivo.

Campionamento esplorativo

Il 7 di giugno gli Studenti dell’Università di Perugia guidati dal Prof. Massimo Lorenzoni del dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, in collaborazione con Mosca Club Alto Tevere, hanno organizzato un campionamento esplorativo in corrispondenza del tratto della TWT all’altezza della zona denominata “I Bagnanti”.
Il campionamento, che aveva uno scopo prevalentemente didattico, ha anche permesso di acquisire alcuni dati che danno importanti indicazioni sullo stato di salute del Fiume, valori di portata,  tipologia della fauna ittica e bentonica.
La collaborazione con l’Istituto universitario ci permetterà anche nel futuro di avere informazioni importanti per comprendere le criticità che possono svilupparsi in questo tratto di fiume, conoscere la capacità riproduttiva della fauna, definire eventuali strategie per la mitigazione degli impatti derivanti dall’attività antropica e conoscere l’evoluzione nel tempo di questo che non possiamo nasconderci essere, per quanto meraviglioso,  un ambiente artificiale e non casualmente nato come progetto sperimentale di valorizzazione del mesohabitat.
Detto questo e visto l’entusiasmo degli Studenti nel vedere le nostre nuove nate saltare fuori dell’acqua a caccia di spinner,  possiamo assicurarvi che la TWT ha conquistato, oltre al consenso delle autorità scientifiche, un’altra piccola parte delle nuove generazioni. Questo è senza dubbio il risultato più bello del pomeriggio.
Da questo link potete accedere agli esiti dei campionamenti riportati dal Prof. Lorenzoni: Risultati esercitazione Montedoglio
Aggiungendo che “La differenza nell’ossigeno disciolto fra le due stazioni è poco significativa. In entrambi i casi si tratta di valori sopra alla saturazione, segno evidente che la fotosintesi stava operando intensamente. L’acqua è in grado di contenere una quantità limitata di ossigeno che varia con la temperatura: acque fredde trattengono più ossigeno di acque calde, ma in ogni caso la quantità superiore al valore di saturazione (ciò che eccede il 100%) è destinato a liberarsi più o meno velocemente in atmosfera. Proprio perché le acque del tratto dei “Bagnanti” sono più veloci e increspate, l’ossigeno tende a ristabilire il valore d’equilibrio più velocemente rispetto al settore posto più a monte, passando dall’acqua (sovrasatura) all’aria:  questo giustifica la concentrazione del gas leggermente più bassa. Comunque in entrambi i casi la situazione deve essere giudicata molto buona“.

Tutto pronto per l’apertura 2017!

Belli come il sole di questo periodo. Così vi immaginiamo per l’apertura della nuova stagione in Tailwater Tevere.

E per questo i nostri guardiani del fiume, che hanno lavorato senza sosta, vi aspettano per assistere allo spettacolo della natura che circonda il nostro Tevere.

La nuova scala di risalita

A distanza di sei anni dalla grande onda di piena che spazzò via la nostra scala di risalita a valle della TWT, siamo riusciti finalmente a ripristinare la continuità del fiume. Potremo così vedere di nuovo lo spettacolo della risalita dei pesci nelle fasi di riproduzione.

Questo, in un periodo di “vacche magre”, ci dà grande soddisfazione soprattutto perché l’intervento di ripristino è stato possibile grazie alla sensibilità dell’unione dei comuni della Valtiberina toscana in un quadro di intervento di (udite bene) ripristino dell’officialità idraulica.

Lo consideriamo un passo di grande crescita culturale senza essere ricorsi alle manifestazioni di piazza.
INSIEME SI PUÒ FARE MEGLIO E DI PIÙ!!!
Anche gli abitanti del fiume ringraziano.

Proprio una bella giornata…

“Ricordando insieme” 12-2-2012

Sabato 12 Maggio le classi 1A e 1B dell’ I.I.S. Franchetti Salviani hanno affrontato una giornata di studio sugli ecosistemi fluviali lungo il precorso del Tevere a Sansepolcro, che corre lungo la Zona a Regolamento Specifico (ZRS) Tail Water Tevere (TWT).
L’area, che ha ospitato il Campionato del Mondo di Pesca a Mosca proprio lo scorso anno, è ormai da tempo un fiore all’occhiello dell’offerta turistica, richiamando oltre 6000 appassionati ogni stagione.
Si tratta di un ecosistema di pregio, che viene tenuto sotto stretto monitoraggio da parte del Mosca Club Altotevere (MCAT) e dall’Amministrazione Provinciale di Arezzo con campionamenti periodici sulla qualità delle acque, analisi della fauna Bentonica ed Ittica, stato dell’ambiente. Questo è quello a cui hanno assistito ed a cui hanno collaborato gli alunni delle 2 classi del biennio, dopo avere percorso a piedi i 4 km del sentiero che conduceva al Punto di Campionamento prescelto.

8 anni di Centro Diurno di Riabilitazione dell’Unità Funzionale Salute Mentale di Sansepolcro

Da ormai 8 anni il Centro Diurno di Riabilitazione dell’Unità Funzionale Salute Mentale di Sansepolcro collabora con l’Associazione “Mosca Club Alto Tevere” nel progetto denominato “Progetto Tevere”.
Nel corso degli anni il gruppo del Centro Diurno ha avuto la possibilità di conoscere lo sport della pesca a mosca e di sperimentarlo.
Anche quest’anno hanno aderito al “Progetto Tevere” numerose persone in riabilitazione al centro diurno, che hanno partecipato con interesse ed entusiasmo alle attività proposte.
Sono state effettuate uscite da luglio ad ottobre con la presenza costante e di Luca Castellani, guardia ittica e volontario dell’Associazione “Mosca Club Alto Tevere” e degli educatori della Cooperativa Sociale Sean, Elena Del Gaia e Silvia Moraldi,

Numerose sono state le passeggiate lungo il Tevere, con rinfrescanti soste lungo l’argine e momenti di relax nelle panchine. Sempre seguiti dagl’educatori e dalla guida del MCAT. Molto interessante è stata la ricerca e la dimostrazione di come trovare le larve degli insetti sotto i sassi, e conoscere il loro ciclo vitale, con gl’insegnamenti suggeriti dalla nostra guida. Quest’anno il gruppo del Centro Diurno, armato di chiodi e martello, ha anche collaborato al posizionamento di cartelloni informativi lungo il tratto di fiume di competenza dell’associazione che gestisce la pesca nel tratto di fiume Tevere denominato Tail Water Tevere.
Per tutti i partecipanti il progetto ha consentito una promozione della salute, attraverso il contatto con la natura, la vita all’aria aperta, il movimento fisico, oltre ad essere un’occasione di socializzazione e di ampliamento delle conoscenze di flora e fauna.
Nelle giornate estive abbiamo anche provato a pescare con la coda di topo (pesca a mosca),lanciato l’esca, atteso pazientemente che il pesce abbocchi e provato a tirarlo fuori dall’acqua. Con l’aiuto della guida poi il pesce è stato sempre accuratamente slamato e riadagiato in acqua. Cattura e rilascia.

Numerose sono state le soddisfazioni legate alla pesca, come numerose sono state le foto scattate. L’entusiasmo è salito alle stelle. La sfida a chi prendeva il pesce più grosso ha creato tanti nuovi appassionati.

Per questo tutto il gruppo si augura di poter riprendere al più presto la pesca e consiglia a tutti di andare a passeggio lungo il Tevere, sfruttando il contatto con la natura ed il movimento fisico che regalano all’umore un benefico trattamento.

Ricordando che la pesca alla mosca non è solo uno sport da uomini ma che quest’estate numerose sono state le donne pescatrici che hanno frequentato il Tevere.

“Mi è piaciuto soprattutto pescare, è stata una soddisfazione! Tutti mi hanno fatto i complimenti, sia i miei amici del Centro Diurno che il pescatore Luca.” Oppure “ Erano tanti anni che non pescavo, al Tevere ho pescato molti pesci, poi Luca mi aiutava a slamarli senza fargli male, per poi rimetterli in acqua delicatamente”.
“Oltre a pescare abbiamo anche fatto delle passeggiate, e Luca ci spiegava le cose sulla natura, anche questo mi è piaciuto molto” racconta con entusiasmo Fedoro, una delle persone del Centro Diurno che ha partecipato al Progetto.
“La cosa che mi è piaciuta di più è stata camminare. Io cammino continuamente per le strade del centro storico, è stato interessante vedere posti in cui non ero mai stato” dice Ottorino.
Insomma una bellissima esperienza per la quale il gruppo del Centro Diurno ringrazia sentitamente l’Associazione “Mosca Club Alto Tevere” ed in particolare la nostra preziosa guida Luca Castellani.