Gigi Sacchini, un grande amico

Lo abbiamo conosciuto sulle rive del Tevere una mattina di primavera.

Noi parlavamo del progetto Tail Water e lui sorridente guardava l’orizzonte. Già vedeva realizzato ciò che noi avevamo progettato.

Gigi per noi ha incarnato la possibilità di rendere veri i sogni e di mantenerli reali e sereni. Oggi lo salutiamo con un abbraccio uguale a quelli che ci davamo dopo un incontro di lavoro, una cena, una riunione e ancora una volta per merito suo siamo sereni, perché sappiamo che da lassù lui potrà ancora indicarci quegli orizzonti che sempre ha scoperto prima di noi. Ciao Gigi.

Un pensiero su “Gigi Sacchini, un grande amico

  1. Una persona speciale. Noi del MCAT gli dobbiamo tutti molto. Personalmente mi ha insegnato a non avere la sindrome di “Pippo Baudo” : non puoi piacere a tutti. Le tue scelte e le cose decidi di fare possono non essere condivise..
    Mi incoraggiava dicendomi di non prendermela , se quello che fai non piace a molti, l’importante che tu lo faccia con onestà intellettuale, La loro cultura, la loro storia potrebbe non permettergli di capire il tuo operato
    . Grande persona e grande uomo.
    Mi mancherai. Meritavi più fortuna.
    Ti abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *